La società, il pensiero e il cervello

Eduardo Colombo
vendredi 14 juillet 2017
par  Refractions
popularité : 38%


Approfondimenti. Eduardo Colombo, « La Società, il Pensiero e il Cervello »

da : "Réfractions", n° 13, autunno 2004.

Traduzione di Ario Libert


Il cervello è nel cranio, ma il pensiero è nel mondo

Viviamo in un’epoca di regressione ideologica e concettuale che ci avvicina ad una nuova età delle tenebre, dualista, spirituale, in cui si rafforza una metafisica delle "forme sostanziali", o delle "sostanze immateriali", o delle "essenze separate", incorporee ? Coloro che assimilano ogni critica dell’ideologia scientista - e la sua pretesa all’oggettività, sequela di un realismo ingenuo -, al post-modernismo, e vedono nel post-modernismo un’ideologia anti-scientifica, sembrano temerlo.

Allora, stiamo regredendo di molti secoli, oppure è una falsa impressione ? Invertendo la prospettiva, direi che stiamo assistendo, sicuramente, a una regressione da alcuni decenni, conseguenza di un effetto perverso degli enormi avanzamenti scientifici soprattutto in genetica molecolare, e nelle neuroscienze. Ma non è molto grave. È l’eterna tendenza ciclica della storia.

Bricmont ci dice : "Una parte della critica delle scienze si è spostata sulla critica di nozioni come l’oggettività e la razionalità. Si ha a volte l’impressione, quando leggiamo alcuni testi filosofici legati a questa tendenza, che si è arretrati di alcuni secoli per ricadere nell’idealismo in cui tutto non è che rappresentazione, discorso, linguaggio e in cui il reale non esiste che racchiuso tra virgolette. Contro questa procedura, si devono incessantemente ripetere alcune evidenze : non sono gli uomini che hanno creato il mondo, ma il mondo che ha prodotto gli uomini ; quest’ultimi sono comparsi a seguito di una evoluzione che è stata possibile soltanto perché il nostro universo possiede una certa struttura fisico-chimica. Ed è il cervello che produce il pensiero, non il contrario".

Le braccia mi cadono di fronte a una verità così forte e solida. Per contro il mio spirito rimane vivo, e mi chiedo : il problema non starebbe altrove ?

Leggere il seguito :

LINK al post originale : http://refractions.plusloin.org/spip.php?article202