Il voto ed il suffragio universale

di Eduardo Colombo
domenica 24 aprile 2011
popolarità : 41%

Eduardo Colombo, Il voto ed il suffragio universale

da "Réfractions" n° 7, autunno 2001

Traduzione di Ario Libert


"Gli anarchici non votano!"

Abbiamo ascoltato quest’affermazione con una certa frequenza. È vera?

Vediamo innanzitutto cos’è votare.

I. Il voto è una procedura per esprimere un’opinione o una volontà. Nell’etimologia latina, votum è il participio passato di vivere: invocare (dal dizionario Littré), augurare, dare o rifiutare il proprio augurio. Votare, è dare la propria voce in capitolo (nelle antiche confraternite religiose). Si può votare in diversi modi, come ad esempio, per ordini o per testa. Il suffragio, o voto, è un metodo che serve abitualmente a formare una maggioranza (relativa, semplice, di 3/4, ecc.). Non ha senso che nel caso in cui si può considerare che l’esistenza di un’opinione maggioritaria sia pertinente alla questione.

Leggere il seguito :

http://latradizionelibertaria.over-blog.it/article-approfondimenti-eduardo-colombo-le-vote-et-le-suffrage-universel-da-refractions-n-7-autunno-2001-69300506.html